A Moena arriva Hagi jr, Corvino e il suo viaggio in Romania per prenderlo. Il ruolo..

Adesso il talento classe 98 è un giocatore viola, sarà a Moena e Paulo Sousa..

Il cognome è ingombrante e il ragazzo è un classe 98 che in Romania ha già giocato trenta partite in serie A, compresi i playoff, trattasi dunque di pianticella semicresciuta in altro clima: la Fiorentina ha esercitato il diritto di opzione e per 800 mila euro si è assicurata Ianis Hagi, che compirà 18 anni il prossimo 22 ottobre. Ianis è figlio di Gheorghe, cioè un mito da quelle parti e anche altrove, tanto per intendersi 125 partite e 35 reti nella nazionale romena, che è modestamente transitato anche nel Real Madrid e nel Barcellona prima di chiudere la carriera nel Galatasaray.
Qui si parla del figlio. Varrà in campo una quota calcistica e genetica accettabile del padre? Corvino ha datò l’ok per trasformare l’opzione in acquisto dopo un blitz a Costanza, in Romania, dove ha visto direttamente all’opera il giovane centrocampista. Ianis farà le visite e poi raggiungerà i compagni a Moena, viene definito un prospetto molto interessante. Ruolo? Centrocampista offensivo, nel reparto a 3 può fare l’interno e nel 4-2-3-1 può essere il giocatore che si inserisce dietro la punta. E’ ambidestro e questo non è poco. Dovrà essere Sousa a capire il suo valore a Moena, senza aggiungere troppa pressione e avendo ben presente che la scorsa estate in rampa di lancio c’era un certo Diakhate, anche lui nel 1998, portato addirittra in Usa per la tournée e poi rapidamente retrocesso in Primavera. calma e gesso dunque. Di sicuro la fase di rinforzo giovanile è cominciata pescando tre elementi che hanno già avuto esperienze di un certo livello nei rispettivi campionati: oltre a Ianis Hagi (1998), anche Bart?omiej Dragowski (1997) e Kevin Diks (1996) hanno rispettivamente alle spalle molte partite nella massima seria polacca e olandese.

Angelo Giorgetti – La Nazione

Comments

comments