La difesa balla e l’Udinese punisce. Alla magia di Babacar risponde Danilo in chiusura di tempo (2-1)

Troppi errori in fase difensiva e l'Udinese fa male. Il tacco di Baba non basta, De Paul incontenibile

Emergono tutte le lacune difensive della squadra di Paulo Sousa in un primo tempo con tanti errori in cui le migliori occasioni sono per l’Udinese.

Primo sussulto al 10′ quando Tatarusanu smanaccia un cross di Adnan, sul quale si avventa Badu che però non capitalizza. Ancora Udinese cinque minuti dopo con Kone che scodella per Zapata, incontenibile nel gioco aereo, il centravanti di casa però mette di poco a lato.

Il vantaggio è nell’aria e arriva puntuale al 23′ con un’azione tutta palla a terra che vede protagonisti l’argentino De Paul, fra i migliori in questa prima frazione, che innesca Zapata, abile a freddare Tatarusanu. Sempre pericoli per la difesa viola sull’asse De Paul-Zapata, con il numero 9 che però si fa ipnotizzare dall’estremo difensore.

Nel momento migliore dei bianconeri arriva però il pareggio della Fiorentina grazie ad una magia di Babacar che, in anticipo sulla retroguardia dell’Udinese, raccoglie il cross basso di Tello e con il tacco infila Karnezis sul primo palo.

Ancora emozioni allo scadere, prima Bernardeschi ci prova su punizione poi, in extremis, arriva il nuovo vantaggio dell’Udinese ancora con De Paul protagonista di un assist, questa volta in favore di Danilo che, tenuto in gioco da Tomovic, sul secondo balo insacca per il 2-1.

Comments

comments