Rabbia e delusione. È questo il sentimento comune dei tifosi viola il giorno dopo la partita più sentita dell’anno. Una partita in cui sarebbe stato stretto anche il pareggio, una partita in cui la Fiorentina va chiuso per novanta minuti la squadra più forte d’Italia nella sua metà campo. Juventus che ha giocato puntando sull’attesa e sulla ripartenza. Due tiri, due gol. Il rammarico è enorme. (Non citiamo il rigore sbagliato e il gol annullato a Bernardeschi, sarebbe due capitoli enormi).

 

A fine gara il presidente Andrea Della Valle ha confermato ancora una volta Paulo Sousa alla guida della squadra anche per il prossimo anno, il tecnico per la prima volta nel post gara ha ammesso di restare e di voler aprire un ciclo a Firenze. Una bella notizia per tutti.

 

Nota meno lieve è stata la scenetta tra i tifosi della tribuna e Tomovic, in un battibecco che tutti avremmo fatto volentieri a meno. Il giocatore serbo ha risposto alle critiche dei tifosi con il gesto dello stare in silenzio e nell’intervista del post gara alla Domenica Sportivo ha confessato il diverbio dicendo: “I tifosi quando fanno così non li capisco”. Ognuno è libero di farsi una propria opinione in merito…

 

Flavio Ognissanti 

Comments

comments