E SE AVESSE RAGIONE LUI?… IL PENSIERO DI DARIO “GHEBBE”

Piccolo parallelismo tra Palermo e Fiorentina...

Inizia la stagione 2016/2017 e il Palermo pare in condizioni imbarazzanti.

La maggior parte dei loro giocatori è pressoché sconosciuta, il portiere non l’ho mai sentito, gli attaccanti neppure.

Provano a prendere Bergessio svincolato il 1° settembre a mercato già chiuso e l’argentino gli va in sede. No, non ci va per firmare. Ci va solo per infamarli, per dirgli che lui non sarebbe mai andato in quella società, a quelle cifre, con quel ridicolo progetto. Se ne va e nessuno sa come fare a dirlo a Ballardini.

“Zampa” non si perde d’animo e rilancia sui giornali: “la squadra ora è pronta, al mister chiedo il bel gioco”.

Sembra una battuta da ZELIG e Ballardini non la prende bene.
Piomba a casa di Zamparini, ringrazia e rescinde.

A Ballardini non andava bene quel parco giocatori, non andava bene la sua proprietà.
Chiuso il mercato, saltato Bergessio, ha preso e se n’è andato.

Zamparini non si perde d’animo, prende il miglior allenatore emergente sulla piazza e gli dà la squadra in mano. Il Palermo sembrava una squadra destinata a giocarsi l’ultimo posto col Crotone, una squadra già retrocessa prima di partire. Ma pian pianino inizia a non prendere gol, a farne qualcuno e adesso ha 6 punti. Sono pochi certo, ma uno spiraglio si intravede.

Tutti contenti quindi: Ballardini che non voleva farsi prendere per il culo, Zamparini che ha voluto drasticamente ridurre il monte ingaggi e ha fatto una squadra al ribasso che comunque ha ancora la possibilità di salvarsi, qualche giovane che uscirà sicuramente fuori, il suo nuovo allenatore che dimostra di avere stoffa, quelli che volevano andarsene che sono stati tutti accontentati.

Sebbene quella squadra sia una vera follia e  che secondo me comunque retrocederà, questo comportamento ha comunque una logica.

Zamparini non si preoccupa troppo di retrocedere, perché comunque ha il “salvagente finanziario” creato ad hoc per le squadre che vanno in B. E questa è la peggiore delle ipotesi.
Se si salva invece avrà un bilancio perfetto, qualche buon giovane da piazzare, un nuovo allenatore capace e una squadra che ritornerà appetibile per qualche compratore. I tifosi sono incazzati come bisce, ma lui non si fa tanti problemi.

Pensando agli affari nostri…

Non vedo grande logica nel tenere una squadra priva di esterni difensivi, nel venderne il migliore e rimpiazzarlo con due stranieri sconosciuti, senza puntare mai su di un nome italiano.

Non c’è logica nell’insistere con un allenatore completamente demotivato e meno che mai nell’insistere dell’allenatore stesso sui giocatori sbagliati nei ruoli sbagliati.

Non ci sono logiche sportive nel ritornare su Corvino come direttore sportivo,  nel comprare un terzo portiere spendendo quasi la metà del budget finanziario a disposizione, nel tenersi giocatori controvoglia o senza alcuna speranza sul lato del miglioramento tecnico.

È solo una provocazione quindi, pensare che anche un “matto” come Zamparini o un “incazzoso” come Ballardini si muovano con maggior logica rispetto a noi?

Comments

comments