Premessa importante. L’approccio della Fiorentina alla partita è stato pessimo, da dilettanti. Detto questo, poi il resto lo ha fatto l’arbitro. Con ordine evidenziamo tutti i suoi errori di oggi

Il primo grande errore è sul punteggio di 3 a 0, sul calcio d’angolo l’arbitro e l’assistente di porta (vicinissimo) non vedono un calcione di Miranda a Gonzalo Rodriguez. Rigore netto non concesso

Passano pochi minuti, la Fiorentina nel frattempo accorcia le distanze con Kalinic, e Damato ne combina un’altra. Icardi butta la palla avanti e al tocco sul petto di Gonzalo Rodriguez cade per terra. Erano fuori area e la palla lontano da Icardi. Non si tratta di chiara occasione da gol e fallo. Due errori in uno, ma non basta, Damato sceglie di espellere Gonzalo con un rosso diretto.

La gestione dei cartellini del fischietto di Barletta è assai discutibile, non c’è uniformità e spesso sono sbagliati fischi e cartellini.

Un altro grande errore a sfavore della Fiorentina è quello che accade al 90esimo: fallo al limite dell’area di Ranocchia su Chiesa, il difensore dell’Inter frana sul giovane viola ma l’arbitro non ferma il gioco e sul contropiede l’Inter chiude la partita con Icardi. Oltre al danno la beffa.
Flavio Ognissanti

Comments

comments