“DALLA CINA: AMICI SUNING TRATTANO LA FIORENTINA. JOJO MI HA DETTO…”

Clamorosa indiscrezione: imprenditore cinese pronto a formulare un'offerta

Una fonte vicinissima al gruppo Suning apre ad uno scenario inatteso. Una telefonata per tastare il polso relativamente al caso Jovetic si trasforma in un’indiscrezione che ha del clamoroso. Labaroviola.com ha contattato in giornata il giornalista di interdipendenza.net e Radio Goal 24 Enzo Margiotta, ormai da anni vicinissimo alle vicende nerazzurre e quello che è emerso, ripetiamo, ha dell’incredibile: un imprenditore cinese, vicino al Gruppo Suning, starebbe trattando in questi giorni per acquistare la Fiorentina.

Ma andiamo con ordine, riportando l’intervista completa:

Enzo, a Firenze si parla sempre di Jovetic: domani sarà titolare? “Io credo che abbia ottime possibilità di partire dall’inizio. So che Pioli lo stima e vuole provare sia lui che Gabigol di qui a gennaio, per vedere quale dei due merita di restare. Jovetic è adatto a giocare come seconda punta, ma avendo Pioli a disposizione tanti trequartisti ed esterni non è facile schierare quel sistema di gioco”.

Possibile che si muova a gennaio quindi? “Ripeto, ha tre, quattro gare per dimostrare a Pioli che merita di restare. Se non vince il duello con Gabigol può partire, ma anche no. Nel senso: l’Inter non ha problemi di liquidità e non lo dà via in presito, se non con obbligo di riscatto fissato ad almeno 15 milioni. Non penso che la Fiorentina possa e voglia spendere quelle cifre, per non parlare dell’ingaggio. Lui mi ha detto che, se si muove, vuole tornare a Firenze o andare da Montella, al Milan”.

Come vedi la gara di domani? L’ambiente è teso dopo la sconfitta in coppa? “Beh, so che anche a Firenze c’è tensione e che Sousa rischia di essere licenziato. Poi ho appreso che adesso c’è questa trattativa con i cinesi per vendere il club…”

Prego? “Sì, una persona vicina a Suning, una fonte molto affidabile, mi ha rivelato che c’è un imprenditore cinese che sta trattando proprio in questi giorni per comprare la Fiorentina. Non è un gruppo, è un singolo. Mi ha detto che il suo entourage sta leggendo tutti i documenti utili, per capire se vale la pena procedere o meno. Se lo valuteranno un affare, faranno un’offerta e si aprirà una trattativa. Se per loro l’investimento è “buono” non si fanno problemi a spendere, non hanno problemi di soldi: mi ha rivelato che per loro 50 milioni di euro in più o meno non fanno  alcuna differenza. Se valutano l’acquisto della Fiorentina vantaggioso, chiuderanno in fretta”.

Comments

comments