Corvino svela il rebus su Badelj? Intanto emerge un retroscena strano nel post partita con il Milan..

Le parole di Corvino sul procuratore di Badelj aprono ad un pensiero positivo, ma emerge un retroscena meno bello....

“Se fosse stati attenti avreste sicuramente notato che il procuratore di Badelj da almeno un paio di settimane sta punzecchiando di meno la Fiorentina. Chi mi conosce lo sa e l’ho ribadito anche a lui, chi ha a cuore la causa viola non deve parlare molto fuori, se qualcuno ha un problema lo deve dire a me, altrimenti ci serebbe stata una separazione”

Queste le parole del direttore generale della Fiorentina parlando del procuratore di Milan Badelj e delle sue continue parole contro la Fiorentina, parole che hanno sempre infastidito molto il popolo viola, parole di rottura nei confronti dell’ambiente.

Finalmente ieri c’è stata una prima grande risposta da parte della società viola. Corvino ha zittito il procuratore, sottolineando un aspetto importante “Chi ha a cuore la causa Fiorentina non deve comportarsi cosi”. Queste parole sono molto importanti e aprono ad una riflessione

Perché l’agente di Badelj si è zittito con la minaccia di rottura se avesse continuato con le sue esternazioni? Non avrebbe voluto questo?

Queste parole fanno pensare che questa situazione si sia risolta a favore della Fiorentina, qualcuno racconta di come si sia addirittura raggiunto un accordo per il rinnovo, parole non ancora fatti, per ora. Ma questa sembra la soluzione più ovvia, il giocatore non ha mai chiesto la cessione, non ha mai mostrato malessere. Il suo procuratore si.

La motivo di ciò si può andare a ricercare nella voglia dell’entourage del croato di strappare un contratto più ricco, forse questo obiettivo è stato raggiunto. Non si può ancora dirlo con certezza. Ma se davvero, così come promettevano le parole del procuratore, avrebbero voluto la rottura con la Fiorentina e la conseguente cessione, non si sarebbe zittito alla prima vera grande minaccia di Pantaleo Corvino.

A questi segnali positivi si aggiuge però un piccolo retroscena del post partita del Franchi contro il Milan. Pare che Badelj si sia trattenuto a lungo con il vice di Montella dopo la partita, nostalgia del vecchio staff tecnico o chiacchiere di mercato? Non lo sappiamo e probabilmente non lo sapremo mai.

In questo momento però queste parole di Corvino sono state molto importanti per tutto l’ambiente e per una serenità necessaria in questo periodo delicato. Il motivo adesso passa in secondo piano, importante è aver zittito questo personaggio, la verità la scopriremo con certezza più in là…
Flavio Ognissanti

Comments

comments