Bernardeschi in panchina, in avanti Ilicic-Rossi. Ecco gli undici che ha in mente Sousa

Dieci mila spettatori previsti al Franchi, biglietti a 1 euro per gli abbonati e il ritorno di Roncaglia...

Solo un allenamento, nella serata di ieri, poi l’appuntamento per tutti è al centro sportivo per oggi, subito dopo pranzo. Archiviato il ko contro il Cesena, adesso la concentrazione è tutta per la gara contro il Celta Vigo di questa sera (ore 21, nessuna copertura televisiva ma diretta streaming su Violachannel.tv), il primo abbraccio della città alla Fiorentina nella stagione dei festeggiamenti per i 90 anni di storia del club.

Almeno diecimila i tifosi presenti: i biglietti a 1 euro per gli abbonati saranno disponibili solo nelle biglietterie ufficiali aperte anche oggi (dalle 14 allo stadio, tra via Dupré e viale Fanti e dalle 10 ai Gigli). Peraltro, in campo, stasera ci sarà anche un ex, Facundo Roncaglia svincolatosi a parametro zero lo scorso giugno.

Tutti disponibili i giocatori viola, eccezion fatta per il giovane Dragowski ancora in convalescenza dopo lo stop muscolare. Gli assenti di Cesena, questa sera, non mancheranno. Astori e Gonzalo Rodriguez si sistemeranno sulla linea centrale della difesa. A destra potrebbe essere proposto Tomovic, di nuovo in versione terzino, con Alonso a sinistra, pronto a spingere sulla corsia mancina. Borja Valero sarà il punto di riferimento al centro: quella contro gli spagnoli potrebbe essere anche la prima dall’inizio per Badelj, con Vecino al suo fianco, mentre a Ilicic, uno su cui il tecnico portoghese crede tantissimo, toccherà garantire quel pizzico di imprevedibilità necessario. Pure Rossi punta ad una maglia da titolare, così come Hagi e Ilicic, mentre Bernardeschi potrebbe trovare spazio a gara in corso.

Farà di tutto per esserci anche Mauro Zarate, che l’altra sera al «Manuzzi» ha sfiorato il sesto gol di questo precampionato e che fin qui è parso tra i più ispirati. Anche Kalinic, che ha iniziato la preparazione in ritardo rispetto al resto del gruppo dopo l’impegno europeo, punta a mettere altri minuti nelle gambe, ma pare destinato ad entrare a gara in corso. Tra i pali, dovrebbe toccare ancora a Tatarusanu. Subito dopo la gara, la squadra resterà in ritiro, pronta alla partenza per l’Austria.

 

Francesca Bandinelli – La Nazione

Comments

comments