Come approfondito sul quotidiano sportivo La Gazzetta Dell Sport, Babacar sta piano piano diventando il leader silenzio di questa Fiorentina. Prima il giovane senegalese appariva svogliato e poco reattivo, tanto che Sousa, nella maggioranza delle volte, preferiva puntualmente relegarlo in panchina. Ora è invece diverso, Babacar è il primo ad arrivare agli allenamenti e l’ultimo ad andarsene, come per voler mostrare che lui è presente e che può essere veramente utile alla causa Fiorentina.

La rosea, inoltre, aggiunge un altro particolare. Sembra infatti che Sousa, dopo aver escluso Babacar dalla partita contro il Chievo, abbia dato al ragazzo spiegazioni e l’abbia spronato affinchè non si arrendesse.

Comments

comments