“Prima di tutto io sono senegalese per cui vorrei giocare con la mia Nazionale: faccio il massimo per poterci tornare. Spero che il commissario tecnico possa darmi una chance”.

Queste le parole di Khouma el Babacar, pronunciate nel pomeriggio di oggi ai microfoni di starafrica.com. L’attaccante della Fiorentina attualmente è al centro dell’attenzione mediatica, d’altronde il suo rendimento non è mai stato così alto. Ben quattro reti in 6 apparizioni, un media di una marcatura ogni 75 minuti, questo lo score del 23enne senegalese.

Un bottino da paura, visto e considerato anche l’avvio di campionato della Fiorentina, una squadra che in questa stagione sta faticando a trovare il gol. Bomber in controtendenza, dunque, e guai a fermarsi adesso.

Babacar è ambizioso, giustamente, vuole continuare a stupire in maglia viola, conquistando, magari, il posto da titolare ma non solo. Adesso il numero 30 gigliato ha messo nel mirino anche la Nazionale. E, guarda caso, questo è l’anno della Coppa d’Africa. Il torneo “del continente nero” è in programma dal 14 gennaio al 5 febbraio, ovvero proprio al termine della sosta natalizia della Serie A, a pochi giorni dall’inizio del girone di ritorno.

Molte squadre italiane perderanno elementi preziosi per le loro rose a causa di questa manifestazione (Ghoulam e Koulibaly del Napoli, Benatia della Juventus, Keita della Lazio ad esempio) ma, dato che se lo aspettano da più di un anno, si sono anche preparati, acquistando qualche riserva in più .Diverso, invece, il caso di Babacar, che presto potrebbe addirittura diventare titolare. In pochi in società si aspettavano l’exploit del senegalese.

I tifosi, dunque, sperano che Babacar possa continuare a far gioire la piazza con i suoi gol, ma da oggi cominceranno anche ad aver timore di vederlo partire in uno dei momenti più delicati della stagione.

Tommaso Fragassi

Comments

comments