Antognoni torna alla Fiorentina come dirigente, accordo trovato. Ecco quale compito avrà

Un ritorno voluto e chiesto da tutti, l'accordo è stato trovato. L'indiscrezione della Nazione

Questo una parte dell’articolo sulla pagine della Nazione a firma di Angelo Giorgetti che svela il retroscena sul ritorno di Giancarlo Antognoni alla Fiorentina come dirigente:

“Svolta per il ritorno in viola di Giancarlo Antognoni. Sono pronte le condizioni per coinvolgere l’ex capitano nel gruppo dirigenziale come una delle figure di riferimento della proprietà, un ruolo non solo di rappresentanza ma in linea con il passato sportivo e le successive esperienze anche in altre strutture calcistiche. In altre parole: quella predisposta dai Della Valle non è solo un’operazione di facciata, perché Antognoni non avrà solo un compito di facciata ma avrà dei compiti delicati all’interno della società e in relazione con il mondo esterno. In linea con le sue qualità emerse fuori dal campo.

Il ritorno di Antognoni era stato chiesto da più parti per il legame straordinario fra la città e il giocatore che più di ogni altro è rimasto dei cuori dei tifosi, proseguendo poi la propria esperienza come direttore generale ai tempi di Cecchi Gori. L’incontro fra l’ex capitano e il patron Andrea Della Valle alla vigilia della festa per i 90 anni della Fiorentina è servito per superare ogni incomprensione aprendo la strada al ritorno di Antognoni in viola come dirigente.

La decisione era nell’aria e i tempi si sono improvvisamente affrettati anche in considerazione del fatto che il rapporto di lavoro fra l’ex capitano viola e la Federazione italiana è in scadenza a dicembre.

E’ questo dunque il momento giusto per preparare una svolta. I contatti con la proprietà viola sono proseguiti sottotraccia, fino al raggiungimento di un accordo virtuale che dovrà essere messo nero su bianco. I tempi si sono comunque accorciati e la decisione è stata presa, anche nel rispetto di quanto annunciato dalla società la scorsa estate: il riavvicinamento con Firenze non poteva evidentemente prescindere dal recupero totale del rapporto con la bandiera della Fiorentina, “Unico Padre” come lo chiamano tifosi viola”

Comments

comments