Adesso Neto vuole andare via, l’agente: “La Juve non ha rispettato i patti, vuole giocare”

"Già in estate avevamo chiesto la cessione ma il club gli ha fatto false promesse"

Neto si è gia stufato. Stefano Castagna, l’agente di Neto, arrivato a zero dalla Fiorentina, è amareggiato per la parole di Marotta che ha prospettato la caccia all’erede del numero uno bianconero: “Non erano questi i patti. Quando Neto ha scelto la Juve per venire a Torino gli era stato indicato un percorso di crescita ben definito. Se davvero questo è il pensiero dei campioni d’Italia allora servirà trovare una soluzione. Quale? Già in estate Neto aveva chiesto di poter andare a giocare, ma la società gli ha chiesto di restare come vice Buffon. Lui si è messo al servizio del club, ma visti suoi obiettivi anche con la nazionale brasiliana credo che ci siano tutti i presupposto perché già a gennaio si cerci per lui una sistemazione”. Quindi il divorzio è inevitabile? Castagna spiega: “Neto ha certamente sposato la Juve perché lo considera un club al top, perciò andrebbe via a malincuore. Ma a questo punto serve sedersi intorno a un tavolo per chiarire tutto. Per il bene della Juve ma anche per tutelare un professionista apprezzato in tutta Europa e con tutta la carriera davanti”. E conclude: “La Juve non puo’ giocare con la carriera di un giocatore cosi forte che tutta Europa voleva. Il ragazzo è gia’ un numero uno e lo vuole essere per tutta la sua carriera….”.

Comments

comments